“Lazzaro”

lapsus-subsonica
UDINE.

Un gruppo di videomaker friulani sta inseguendo il sogno di firmare un video dei Subsonica, la band torinese leader del panorama alternative rock italiano.

Samuel, Boosta e compagni insieme alla rivista Wired hanno indetto un contest digitale legato alla propria hit Lazzaro, invitando fan e appassionati del settore a realizzarne un nuovo video.

All’appello hanno risposto i giovani della Lapsus video, nata nella primavera del 2013 dopo un corso di cinematografia indetto da Centro espressioni cinematrografiche e Visionario di Udine.

Un gruppo proveniente dai svariati settori professionali che già si è messo in luce con due cortometraggi: Il Dissuasore, che ha vinto il Magic prize 2013 a Udine, e L'audizione, secondo al concorso nazionale Be Total indetto da una casa farmaceutica.

Ora Alessandra di Lello, Aniello Sgambati, Sara Gugliuzzo, Eva Basso e l’ultimo arrivato del gruppo Alex Chivilò ci vogliono riprovare con questo filmato.

«Abbiamo effettuato le riprese - raccontano - in un po’ tutto il Friuli, cercando ambientazioni urbane in linea con lo stile delle canzoni dei Subsonica».

Ecco quindi sfilare sullo schermo la nuova sede della Regione a Udine; i recuperi architettonici vicino al Terminal nord, oltre a pareti piene di graffiti e a reperti di archeologia industriale come la ex filanda di Dignano.

Su questi sfondi si muovono i personaggi del video, novelli Lazzaro appena risuscitati dal sepolcro e spersi in questo mondo moderno; Inoltre, compaiono gli stessi Subsonica al gran completo, visto che le regole del concorso prevedono l’inserimento di alcuni frammenti del video ufficiale.

Il miglior video per la giuria tecnica e quello con più visualizzazioni saranno proclamati durante il Festival del cinema di Roma: il gruppo friulano incrocia le dita nell’attesa.